Poste, è giorno di sciopero
TORNA INDIETRO

Poste, è giorno di sciopero

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 23 Maggio 2016

poste-675Per la grave carenza negli organici che non garantisce la qualità dei servizi al pubblico; per le gravi inadempienze dell’azienda sulla riorganizzazione del recapito e della logistica; contro la cessione di ulteriori quote azionarie sul mercato. Sono alcune delle motivazioni [clicca QUI per il volantino] che portano oggi i lavoratori lombardi di Poste Italiane allo sciopero generale.

Le ribadiranno in Piazza Affari, a Milano, dove nella tarda mattinata confluirà il corteo della manifestazione regionale – da Brescia quasi 300 i partecipanti – per i comizi dei segretari generali di Cisl Poste, Cgil Slc, Ugl, Failp e Confsal.

In uno scenario desolante – si legge nel volantino della manifestazione – lontano dalle narrazioni fantasiose dell’amministratore delegato della società, la cessione sul mercato di ulteriori quote di Poste Italiane mette a rischio l’unicità aziendale ed i livelli occupazionali, visto che Poste Italiane sarà obbligata a favorire gli interessi degli azionisti a scapito del servizio pubblico ai cittadini”.